Sapal


Deliziosa passeggiata lungo il Rio Guadiana, tra vegetazione profumata e fauna migratoria
Testo e foto di Enrico Venti
(https://www.facebook.com/groups/gruppoVRSA)
Approfittiamo di questa Domenica dal cielo limpidissimo e azzurro, con temperatura fresca e vento deciso ma non fastidioso per andare a fare una sgambata all’interno della Reserva Natural do Sapal.
Istituita nel 1975, è stata la prima riserva naturale del Portogallo e copre 20 kmq di saline e paludi lungo il Rio Guadiana, a nord di Vila Real.
In inverno è abitata da fenicotteri, trampolieri dal becco a spatola e sterne maggiori, mentre in primavera arrivano a frotte le cicogne bianche.
Le rive dei numerosi bracci d’acqua sono popolate da grandi e rigogliose piante di Salicornia e da tantissimo finocchietto profumato.
Il sentiero, segnalato, parte dalla N122, poco dopo la Rotonda di Castro Marim e attraversa tutta la Riserva Naturale fino alla N125-6, a circa 1 Km in direzione di Castro Marim.
Il percorso, completamente pianeggiante, non presenta nessuna difficoltà e si può completare in circa un’ora e trenta.

Piante di Salicornia
Il sentiero passa in prossimità di una salina, abbastanza grande, che molto probabilmente può essere visitata nei giorni feriali.
I luoghi tutto intorno si prestano benissimo ad attività di birdwatching, gli specchi d’acqua infatti sono densamente popolati di uccelli. Sul lato destro del percorso, troviamo molti pascoli di ovini.
Giunti sulla N125-l6, svoltiamo a destra in direzione di Castro Marim, che si intravvede a poca distanza.
Anche su strada asfaltata il percorso resta agevole, sia per la presenza di numerosi tratti di pista ciclabile e anche di marciapiedi, sia per la banchina calpestabile che corre al lato.

N125-6, un bell’albero di Ulivo
Le indicazioni per Castro Marim sono semplici, con un paio di rotonde si arriva rapidamente in vista del Cetro abitato. Qualora non fossero sufficienti le indicazioni stradali, c’è lei che mi chiama fin da quando sono arrivato in Portogallo. Il messaggio non potrà restare inascoltato per molto tempo ancora.

La Freccia gialla, simbolo internazionale del Cammino di Santiago
Infatti dopo poche centinaia di metri, qualora ce ne fosse bisogno ecco la conferma, Cammino di Santiago – Portoghese Est, 933 Km.

Cammino di Santiago – Castro Marim
Per finire una confortevole, corroborante zuppa di legumi calda, a Castro Marim
Precedente Eolico galleggiante
Prossimo Off road è meglio!